Musica: la mia passione!

Ciao, sono Rossana e amo tantissimo la musica. Sono interessata a questo argomento da quando avevo quattro anni: avevo un'amica che suonava il pianoforte e, a vederla premere quei tasti bianchi e neri che attiravano la mia attenzione, rimanevo incantata. Da allora fui particolarmente attratta da quello strumento, per cui decisi di imparare a suonarlo. Oggi il piano è il mio amico più caro, ma la strada per diventare una brava pianista è ancora lunga...                                                         

Adesso, però, vi presento una pagina sulla musica che ho preparato solo per voi, amici!

La nascita della musica

Sapete come è nata la musica? E' una storia lunga, ma ve la racconto brevemente:

Nell' età della pietra, in Francia e in Spagna, gli uomini già cantavano e
producevano dei suoni per gioco con fischietti di osso allo scopo di scacciar via, dopo una giornata di caccia, gli spiriti del male, cercando anche di imitare i suoni della natura; però non si  sa cosa suonassero: allora mica c'erano i registratori! Altrimenti, tutte le musiche che suonavano, potevamo riascoltarle!

Fumetto

                 
La nascita del pianoforte
Il pianoforte fu inventato tra il 1698 e il 1700: Bartolomeo Cristofori, un costruttore di strumenti al servizio della corte dei Medici a Firenze, ebbe l'idea di applicare ai tasti di un clavicembalo dei martelletti che percuotessero le corde, anziché delle penne che le pizzicassero. Grazie a questo sistema, gli strumenti che egli costruì permettevano di variare l'intensità del suono (piano e forte) con la diversa pressione delle dita sui tasti. L'invenzione, però, venne presa solo come una curiosità, e soltanto verso la metà del Settecento il nuovo strumento incominciò ad affermarsi.

Tre grandi pianisti
Nella storia, molti musicisti hanno lasciato a bocca aperta la gente con le le loro grandi composizioni. Visto che ci sono vi parlo di qualche pianista:


Wolfgang Amadeus Mozart
(1756-1791) è uno dei più grandi compositori di tutta la storia della musica. Fanciullo prodigio, egli iniziò a comporre già all'età di cinque anni. Mozart tenne concerti delle sue composizioni in tutta Europa e oggi la sua musica è famosa in tutto il mondo.

ascolta la prima parte di una sonatina di Mozart

 

Ludwig Van Beethoven(1770-1827)iniziò la sua carriera come compositore-pianista, come testimoniano i suoi cinque Concerti per pianoforte ed orchestra;ma la sua importanza per la storia del pianoforte è da ricondurre soprattutto alle sue 32 Sonate, alle quali egli affidò gli aspetti più innovativi del suo pensiero musicale, e nelle quali dimostrò una concezione <<orchestrale>> dello strumento: il pianoforte, per Beethoven, non è più un semplice strumento solista, ma un mezzo per costruire organismi sonori variegati ed articolati, creando effetti e piani sonori complessi proprio come nell'orchestra.

ascolta un pezzettino di "Per Elisa"

 

 

 

Johann Sebastian Bach(1685-1750),musicista tedesco, all'età di dieci anni, andò a vivere col fratello maggiore a Ohrdruf. Qui divenne corista e studiò organo e clavicembalo. Nel 1708, a 23 anni, Bach divenne organista presso il duca di Weimar e poi, nel 1717, presso il principe di Anhalt-Köthen. Dopo un periodo ad Amburgo, nel 1723, si stabilì presso la chiesa di San Tommaso di Lipsia, dove compose centinaia di pezzi, e dove rimase fino alla sua morte.

ascolta un minuetto di Bach

A questo punto, vi dovrei lasciare. Spero che la mia "lezione" sia stata gradita.
Ah! Mi stavo dimenticando: per i piccoli pianisti vorrei proporre una simpaticissima storia "tutto da suonare":

E ora clicca sulla copertina e ti aspetta una sorpresa!...